Attenzione al CV

Attenzione al CV

Non esiste blog sulle risorse umane senza un articolo sul Curriculum Vitae, ecco qui il mio.

Internet ha cambiato profondamente la ricerca del lavoro e anche il Curriculum deve adeguarsi. Con una quantità di CV che arrivano via mail ogni giorno ai recruiter, non c’è più una prima lettura attenta, ma un colpo d’occhio che bisogna superare per essere notati.

Cosa fare perché il proprio CV non sia scartato subito?

Evitare gli errori di ortografia e grammatica
A scrivere bene un CV non si guadagna tanto, ma a sbagliare qualche parola si perde moltissimo. Scrivete il vostro CV, rileggetelo, salvatelo. Dopo qualche ora riprendetelo in mano e ricontrollatelo prima di mandarlo. E attenzione al correttore automatico del computer, non è sempre un alleato.

Date imprecise
Chi leggerà il vostro CV farà attenzione alle precedenti esperienze professionali e, forse, farà anche qualche controllo. Se le date non coincidono, se risultano improbabili (mi è capitato di leggerne diversi in cui il candidato faceva 3 lavori diversi in due città contemporaneamente…) non farà una bella impressione. Meglio mettere le date, magari specificando anche i mesi per ogni posizione.

Informazioni di contatto imprecise
Se avete spedito il CV è per avere una possibilità ed una risposta, per essere contattati. Quindi attenzione quando scrivere il vostro numero di telefono o indirizzo e-mail. Sembra banale, ma è facile sbagliare di una cifra un numero e il correttore automatico del computer, anche questa volta, non è vostro alleato con gli indirizzi mail.

Lettere di presentazione
Vanno bene, anzi, benissimo. Spesso sono più efficaci del CV stesso. Attenzione però a scriverle nel modo giusto. I recruiter in genere non hanno troppo tempo per leggerle, meglio quindi focalizzarsi direttamente sui punti chiave, usando frasi semplici e brevi. Inutile scrivere temi interi, ma concentrarsi solo su quelle caratteristiche che possono essere utili per il lavoro cui ci si candida.
Inutile anche riportare dentro la lettera un “copia-incolla” della descrizione lavorativa, solo per far vedere quanto si è idonei. Cosa cercano lo sanno, bisogna invece focalizzarli sui risultati raggiunti finora e mettere in evidenza la differenza che potete fare.

Candidati solo se ne sei certo
Non sprecare tempo e risorse, non usare internet come una mitragliatrice per CV. Leggi accuratamente l’annuncio, vedi se il lavoro ti può interessare, se hai i requisiti necessari e le competenze che chiedono. Inutile perdere tempo. Piuttosto, cerca le posizioni che veramente ti rispecchiano, accertati di cosa chiedono e metti in evidenza queste doti e qualità nel tuo CV.

Non un solo CV
Già, ogni posizione richiede competenze e requisiti diversi e quindi anche il CV deve adattarsi. Non si tratta di modifiche radicali, di copiare quei requisiti per poter rientrare nella selezione, fate ben attenzione. Ma, se quelle caratteristiche le avete, mettetele in evidenza, che scalino le posizioni nel vostro CV per essere lette prima ed esaltate.

Fotografia
Certo, non è obbligatoria, anzi, soprattutto all’estero non è ben vista, ma in Italia si. Siamo ancora legati all’immagine e una foto può tornare utile. Attenzione però a quella che scegliete, evitate foto con costumi di carnevale, con bicchieri in mano o in costume da bagno. La foto deve rappresentarvi professionalmente.

E arrivano i social
Hai mandato un CV ad un’azienda? Bene, il tuo lavoro non è finito, preparati, nel 62% dei casi, i tuoi profili social saranno esaminati dal recruiter, se hai superato la prima fase. Nell’era del social web, i recruiter hanno un sacco di possibilità di capire chi sei, indipendentemente da quello che scrivi sul CV. Quindi non imbrogliare e attenzione a quello che rendi pubblico.

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Avvisa per